La crisi finanziaria e la grande recessione: origini e politiche economiche adottate (F. Sdogati)

PoliMi

2,3M visualizzazioni1 480

    Una lezione del corso di International Economics del professor Fabio Sdogati

    Pubblicato il 5 anni fa

    Commenti

    1. Wilkas

      1:02:16 "La banca (non) ti dà i soldi"

    2. Alessandro Tartabini

      Se avessi avuto professori così andavo a scuola anche di domenica

    3. Anna T.

      Averne di docenti così .... Fortunati questi ragazzi !

    4. Chiara Bonato

      se pensava che potesse andare male, bene, è andata anche peggio!

    5. Dumbé Kush

      valà valà che te lo io il promemoria.....

    6. Rekanai

      How other people learn languages - verbes. Me, going straight to lectures. Not only understood I more from the language than I expected, Signore Sdogati is a fabulous lecturer. Thank you so much for the lession.

    7. Cook whit me

      La riguardo oggi. Applausi come allora

    8. Paolo Carbone

      maa vaffaanculo va

    9. Gianluca Mitolo

      magari avere un professore così...

    10. JESUS SAVES

      Peace be with you For unto us a child is born, unto us a son is given: and the government shall be upon his shoulder: and his name shall be called Wonderful, Counseller, The mighty God, The everlasting Father, The Prince of Peace. Of the increase of his government and peace there shall be no end, upon the throne of David, and upon his kingdom, to order it, and to establish it with judgment and with justice from henceforth even for ever. The zeal of the LORD of hosts will perform this. The Lord sent a word into Jacob, and it hath lighted upon Israel. … Who hath believed our report? and to whom is the arm of the LORD revealed? For he shall grow up before him as a tender plant, and as a root out of a dry ground: he hath no form nor comeliness; and when we shall see him, there is no beauty that we should desire him. He is despised and rejected of men; a man of sorrows, and acquainted with grief: and we hid as it were our faces from him; he was despised, and we esteemed him not. Surely he hath borne our griefs, and carried our sorrows: yet we did esteem him stricken, smitten of God, and afflicted. But he was wounded for our transgressions, he was bruised for our iniquities: the chastisement of our peace was upon him; and with his stripes we are healed. All we like sheep have gone astray; we have turned every one to his own way; and the LORD hath laid on him the iniquity of us all. He was oppressed, and he was afflicted, yet he opened not his mouth: he is brought as a lamb to the slaughter, and as a sheep before her shearers is dumb, so he openeth not his mouth. He was taken from prison and from judgment: and who shall declare his generation? for he was cut off out of the land of the living: for the transgression of my people was he stricken. And he made his grave with the wicked, and with the rich in his death; because he had done no violence, neither was any deceit in his mouth. Yet it pleased the LORD to bruise him; he hath put him to grief: when thou shalt make his soul an offering for sin, he shall see his seed, he shall prolong his days, and the pleasure of the LORD shall prosper in his hand. He shall see of the travail of his soul, and shall be satisfied: by his knowledge shall my righteous servant justify many; for he shall bear their iniquities. Therefore will I divide him a portion with the great, and he shall divide the spoil with the strong; because he hath poured out his soul unto death: and he was numbered with the transgressors; and he bare the sin of many, and made intercession for the transgressors. (Isaiah) And Jacob begat Joseph the husband of Mary, of whom was born Jesus, who is called Christ. … Now the birth of Jesus Christ was on this wise: When as his mother Mary was espoused to Joseph, before they came together, she was found with child of the Holy Ghost. Then Joseph her husband, being a just man, and not willing to make her a publick example, was minded to put her away privily. But while he thought on these things, behold, the angel of the Lord appeared unto him in a dream, saying, Joseph, thou son of David, fear not to take unto thee Mary thy wife: for that which is conceived in her is of the Holy Ghost. And she shall bring forth a son, and thou shalt call his name JESUS: for he shall save his people from their sins. (Matthew) For unto you is born this day in the city of David a Saviour, which is Christ the Lord. (Luke) He that believeth on the Son hath everlasting life: and he that believeth not the Son shall not see life; but the wrath of God abideth on him. (John) For I am not ashamed of the gospel of Christ: for it is the power of God unto salvation to every one that believeth; to the Jew first, and also to the Greek. For therein is the righteousness of God revealed from faith to faith: as it is written, The just shall live by faith. (Romans) For Christ sent me not to baptize, but to preach the gospel: not with wisdom of words, lest the cross of Christ should be made of none effect. For the preaching of the cross is to them that perish foolishness; but unto us which are saved it is the power of God. … For I delivered unto you first of all that which I also received, how that Christ died for our sins according to the scriptures; And that he was buried, and that he rose again the third day according to the scriptures: And that he was seen of Cephas, then of the twelve: After that, he was seen of above five hundred brethren at once; of whom the greater part remain unto this present, but some are fallen asleep. (First Corinthians) And as it is appointed unto men once to die, but after this the judgment: So Christ was once offered to bear the sins of many; and unto them that look for him shall he appear the second time without sin unto salvation. … Looking unto Jesus the author and finisher of our faith; who for the joy that was set before him endured the cross, despising the shame, and is set down at the right hand of the throne of God. (Hebrews) He that loveth not knoweth not God; for God is love. In this was manifested the love of God toward us, because that God sent his only begotten Son into the world, that we might live through him. Herein is love, not that we loved God, but that he loved us, and sent his Son to be the propitiation for our sins. (First John)

    11. alta resistenza

      Ne faccio un altro anche se terra- terra perchè "non me ne intendo" di cambi ...banche ecc...... GUARDIAMO MILANO. Andai in via Monterosa a trovare della gente che era andata là dal Trentino , dopo la seconda guerra mondiale. La cosa che mi raccontarono e che mi è restata in testa tra le altre, è che là c'era campagna attorno alla loro casa !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.............. Adesso se sali su un palazzo di 30 piani nella stessa zona, per un 360 sull' orizzonte non vedi altro che case case case e palazzi. Un tempo c'era un confine tra Milano Monza e altre cittadine del posto. Politicamente c'è ancora, ma di fatto è TUTTO COLLEGATO E NON CI SONO PIU' SPAZI VERDI TRA un agglomerato e l' altro. E come può esserci una ripresa ? E' già tanto che le cose restino stagnanti . Che vogliono fare case sopra le case esistenti ? E il traffico ? Ore e ore di pazzia ....... e in più chi è in cima in certi ambiti dove esiste anche la componente spirituale, non comprende che non si può incoraggiare l' afflusso di altra gente da continenti extra. Per conto mio, per vedere come può andare l' economia in un certo luogo, non sono secondari neppure questi fattori. Poi non parliamo di corruzione internazionale ( vedi Dubai ) tanto per dire che c'è un aforisma dal punto di vista spirituale che ECCOME HA EFFETTI SULL' ECONOMIA. Praticamente in un mondo di egoisti corrotti ( e basterebbe il desiderio di essere tali ) i beni paradossalmente diminuiscono. In un ambito di condivisione...i beni aumentano. Qui richiamo il discorso immateriale ( ma decisivo ) che si chiama fede. I beni e la possibilità di aumentarli non dipendono principalmente dalla nostra abilità , ma principalmente da un dono di Dio. E non sarebbe un male che queste verità fossero inserite in queste materie, in modo da mettere sul piatto che i beni materiali di questa terra , servono a niente per quanto riguarda la speranza dopo morte dell' uomo, soprattutto se questi vengono usati da gente che li accumula in un' ottica egoistica.

    12. Lorenzo Corelli

      Grazie ancora Professore per la splendida ed esaustiva lezione. Anche a distanza di anni, è sempre un piacere poter seguire una lezione del Politecnico. Mi domandavo se fosse proprio così necessario dare importanza alla crescita continua, o cominciare a porsi delle domande anche sulla "qualità" della crescita, magari non fatta solo di numeri o carta, domandandosi anche al "come" si sta crescendo ed in quale direzione stiamo camminando.

    13. alta resistenza

      Non la guardo tutta, ma così a spanne.....la crisi è presente per via del fatto che tutti vogliono crescere e nessuno diminuire; il pianeta terra è sempre dello stesso diametro e non cresce di certo in relazione ai nostri bisogni. Le risorse sono limitate e sfruttate a regime di copia , l' inquinamento c'è e ci sarà in relazione proporzionale alle trasformazioni energetiche...................MORALE DELLA FAVOLA: CON DUE MILIARDI IN MENO DI PERSONE ( o più ) SULLA TERRA, LA SITUAZIONE CAMBIEREBBE. Diversamente non credo proprio. Ps:................sai , quando devi spartire un eredità in due, ad ognuno arriva il 50 %.............. se sono dieci fratelli, ad ognuno spetta il 10 %.

    14. Michele Diceglie

      cambio canale perché questo qui porta una sfiga...

    15. Kishanna Conan Doyle

      Ho seguito con grande interesse. Mi piacerebbe vedere una lezione che fa il punto della situazione a 5 anni di distanza. PS: i ministri dovrebbero essere dei tecnici come il professore.

    16. marin muca

      Sono d’accordo con lei su tutto. La domanda mia e seguente Chi ha permesso tutto questo?? Pur sapendo la fine della storia

    17. S.M.

      Adesso abbiamo la risposta del perché Merkel mente, distruggere le piccole imprese italiane per comprare l'Italia con 2 lire!

    18. Mikayla

      Tutto molto chiaro, interessante lezione.👍

    19. Franco Re

      Professore, parlare di decrescita felice è una bestemmia??????

    20. Isaia Busatta

      Grande lezione! Vorrei sapere quei 1.872 "Non mi piace" cosa pensano...

    21. Pesca subacquea & Immersioni

      Signor professore ... le presento la crisi 2020/2021

    22. Domenico Cannizzaro

      Non ci sono aggettivi per definire la bravura del Prof e' riuscito a far capire a me che non ho le competenze specifiche i meccanismi della politica economica e i motivi della crisi

    23. Dino Navarrini

      Fantastica lezione, studenti rapiti e cerchi che si chiudono perfettamente nel ragionamento. La lucidità del pensiero purtroppo schiude le porte del grande inganno del quale l'essenza, la minaccia e l'ammonimento erano nel seme già dal tempo del banking act... La fiducia usata come leva positiva e negativa. Quanti concetti e profondità in sole due ore. Grande prof... Un ex studente di MBA...

    24. fre3domind

      e poi si stampa 7 miliardi con Obama, si immette nel mercato, e chi 'a dato 'a dato 'a dato chi 'a avuto 'a avuto 'a avuto. E l'economia (la giostra) riparte, et voilà!

    25. Pleiadi Blu

      Da quanto mi risulta quei “50 milioni” vengono prestati ogni giorno sì ma per un solo giorno (overnight), cosa che il prof. Dogati menziona più avanti ma in modo un po’ laterale. Inoltre, sempre se per quanto ne so, la garanzia sui conti correnti non è coperta stampando carta moneta. D’altra parte i fondi del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi sono limitati quindi se fallisce la banca di Vattelapesca di Sotto forse tutti i correntisti vegano rimborsati, se invece fallisse una grossa banca nazionale dubito sia possibile. Bella lezione comunque, un stile molto concreto e bravissimo a tenere viva l’attenzione.

    26. marco robba

      L'uomo dei.... No!..... NO!

    27. mario

      Mi rendo conto di quanta ignoranza giri, me compreso su aspetti finanziari, quindi abbiamo pagato e paghiamo cose bancarie e intrighi bancari di economia virtuale e fittizia con la complicità di porci politici. Crisi non dovuta alla economia reale.

    28. Mario Enrique Ruiz

      Deve spiegare ...bene saremmo poveri.

    29. Marco Giordani

      Lo ascolterei per ore e ore, chapeau

    30. ARAVON- Nicola Bettetini

      errato dire che la crisi attuale nasce nel 2007, perchè per i paesi europei iniziò nel 2001 con l'entrata a livello globale della Cina nel mondo economico, si è riusciti a rallentare il muro della crisi con una serie di azioni che le aziende hanno a disposizione. Errato: le generazioni precedenti non erano abituate a gestire l'impresa in condizioni di economia crescente, infatti gli aumenti dei fatturati non sono mai su tutti i prodotti, ma su un target che è diverso anno per anno. Ma la domanda corretta è: perchè dal 2008 non si è più in crescita? Esatto: "famiglie". Esatto: le aziende non rimpiazzano la forza lavoro. D'altronde se ai giovani (cito:) "fà schifo lavorare", confermo quanto dice il docente.

    31. Danilo Villa

      A distanza di anni ,ora è intervenuta la variabile imprevista pandemia, guardando questa lezione universitaria resto sempre affascinato dalla passione e dalla chiarezza con cui comunica Il professor Sdogati. I ragazzi che lo hanno come docente sono molto fortunati.

    32. csanacs

      Chissà cosa ne pensa adesso nel 2020...

    33. Sergio Tiribocchi

      58:33

    34. Legolas

      48:10 mi state guardando come se stessi bestemmiando hahahhaha

    35. Andrea Barcucci

      Chissà come ha cambiato idea dopo il Covid e il New Green Deal ?

    36. Daniele Asaro

      ahahaha, chissà come la pensa adesso dopo lo sfascio economico operato dai delinquebti che ci "governano"....

    37. Andrea Barcucci

      Ma che ci frega se il PIL non sale sopra il 2% ! A noi deve interessare il BIL, benessere interno lordo.

    38. Laura Luce

      Questi dati provano la continua manipolazione del mercato delle attività e lavoro..la manipolazione tremenda l abbiamo vista questo ultimo anno l'Italia faceva fatica a morire ..E così le chiusure forzate le regole assurde la .mancanza di libertà...economia nn stagnante ma finita

    39. Pasquale Petrone

      Professore Chiaro, anzi chiarissimo, adesso lo scoperta merita ascoltarla.......complimenti, io la voterei come ministro delle finanze oppure presidente del consiglio 👍🏻

    40. anahi martinengo

      Allora TORO non e fidabile?

    41. Mario Balotelli

      Complimenti prof.

    42. David Aulicino

      Fantastica lezione e fantastico professore. Ho aperto per sbaglio il video, sono quasi le 5 di notte e non riesco a chiuderlo! Complimenti.

    43. CoRToMoBILE CiNE Tv

      Salve a tutti! Professor Sdogati ci spieghi meglio chi c'è dietro al "GOVERNO CON LA G MAIUSCOLA"...è molto inquietante questa affermazione!

    44. Davide Acerbi

      Complimenti, lezione importantissima, cose che nessuno spiega a scuola e a volte nemmeno all'università.

    45. Stefano Russillo

      Grazie

    46. Lupo Strafatto

      E' stato poi caricato il dibattito del 23 aprile tra Giorgino e Sdogati?

    47. Davide DW

      Ma in quanti erano in aula? in 8? Un peccato. Meno male che hanno registrato la lezione

    48. V.valdi Official

      Professore grazie! Erano anni che cercavo una spiegazione esaustiva alla crisi dei subprime. Illuminante

    49. Frida Tootoo

      Grazie professore avessi avuto io degli insegnanti così !!!!

    50. Giovanni Arriciati

      Che video... e senza il contributo di Cisco Mannaggia a loro ahahaha

    51. Jack Sparrow

      In parole povere, Non può esistere una crescita di una nazione basata sul profitto, se i vari stati continuano a spedire titoli del tesoro alle banche creando soldi dal nulla non si potrà mai ripagare il debito di una nazione per la propria crescita, perché quel denaro non esiste così aumenta l'inflazione i prezzi salgono alle stelle e la schiavitù aumenta. L'aumento o il diminuire del PIL in un paese non è altro che un illusione creata dalle società nel far credere al popolo che si è liberi se si continua a lavorare e a creare sempre di più, ma in realtà non si sta facendo altro che alzare di più la schiavitù e rovinare questo bellissimo mondo che ci hanno donato. Chi studia economia gli è la si mostra come una scienza ma in realtà è soltanto un intrensicazione di come viene nascosta la verità.

    52. Maria Trimarchi

      e' un piacere ascoltarlo, spiega soggetti difficili in maniera magistrale che tutti possiamo capire.

    53. J N

      Nel 2020 è incominciata una crisi ben peggiore!

    54. Davide Di Patria

      Questo professore è straordinario

    55. Prova Prova

      Lezione di vita molto interessante ma rimane la stessa domanda che mi pongo da anni. Le nonne di una volta insegnavano che se un vestito si era bucato bisognava metterci una toppa e tutto ritornava funzionale. Non sarà bello come vestito ma sicuramente non rimanevi scoperto soffrendo il freddo. La mia domanda è: Se questa grande banca d'investimento non ha più avuto credibilità nel mercato bancario per far fruttare i cosiddetti SOLDI, perché in quella precisa situazione non è intervenuta la banca centrale che stampa moneta rimborsando gli investitori e mettendo tutto in pari???? Si sarebbe evitata questa crisi finanziaria!!!!!!! quindi qui non ce stata nemmeno la possibilità di avere una toppa da mia nonna, sono dovuto uscire senza un vestito al freddo. Conclusione? Crisi voluta!!!!!!!!!!

    56. Karma D

      Grande lezione...il dono della chiarezza e competenza piacevolissima da ascoltare!

    57. valter manzoni

      Videolezione ben spiegata, ho avuto conferma di quanto marcio ci sia nel mondo bancario, gente in giacca e cravatta che si arricchisce alle spalle di gente con calli alle mani che si lascia abbindolare dalla parlantina di direttori ipocriti!

    58. Matteo Crisantemi

      Complimenti, davvero tanta roba.

    59. Giorgio Mosca

      Grazie

    60. Marco C

      L'economia non è una scienza esatta, quindi quello che dice non è legge, è la sua opinione.

    61. Christian Olivieri

      FATE QUEST' UOMO MINISTRO ORA!!!

    62. Ultravox Music

      Oggi è 100 volte peggio

    63. TEKKABOY

      Lamborghini Ferrari ecc negli ultimi anni hanno fatto record di vendite

    64. Daniela Dohotariu

      Eco un docente che sa esporre e insegnare. Con un docente cosi potrei laurearmi in finanza anch'io. Molto bravo.

    65. Fabio Barbati

      incredibile come in meno di 6 anni si ha la sensazione di ascoltare un discorso antico: sia per le chiavi di lettura utilizzate (leggere il mondo del 2015 con le chiavi economiche del Novecento- una che degli anni 80-90' del Novecento), sia per come il mondo è cambiato e vuole cambiare, cestinando proprio quelle categorie. Ho iniziato a scrivere questo post quando ho ascoltato la frase sulla "teoria del consumatore: che è l'unico che sa che valore hanno per lui le cose"... cosa ne resta di questa teoria del consumatore nell'era degli algoritmi, dei cookies, dell'A.I. applicata al marketing... del Capitalismo della Sorveglianza?

    66. vittorio messina

      se non spiega che i l Covid e' un Golpe economico ,allora tanto sapiente parlare per nulla o per distrarvi!

    67. Mattia Marsano

      secondo voi, a che anno si fanno queste lezioni?

    68. Villa Fiorita

      bellissima.

    69. Vincenzo Cretella

      Sarebbe interessante sapere che analisi si potrà fare con lo sconvolgimento generato dalla Pandemia,penso che questo scenario sconvolgerà completamente ogni analisi finanziaria .la domanda ... Questa crisi sarà funzionale al superamento della bolla speculativa generata dal mercato dei derivati ,questo scenario è il prodotto di una guerra mondiale scatenata da menti sopraffine

    70. A DB

      Qualcuno sa il dato dell'Italia al 2019?

    71. Luca Puzzoli

      Stagnazione secolare eccomi qua. La federal reserve ha appena confermato l'aquisto di bonds and assets fino al 2023. Il messagio e chiaro distruggeremo il dollaro per introdurre il nuovo sistema monetario.

    72. DragoonDark97

      1:02:30 qualcuno che lo sa? A parte il banale prendersi una fetta in nero, magari qualche dettaglio

    73. the Artorias

      L'argomento mi affascina già di mio, ma penso che il prof. Sdogati lo renda ancora più interessante. Dubito che l'argomento possa affascinare tanto se raccontato (uso proprio questo termine e non "spiegato" perchè l'ho sentito come un racconto) da un altro docente. Si capisce?

    74. Renato Cappellani

      Faccio notare che da decenni esistono tecniche educative ed addestrative operate dalla unità cinofile militari. Per analogia questi argomenti, qui egregiamente trattati, potrebbero essere assimilati dagli italiani con pari tecniche. Se al cane dai in premio un bocconcino ad ogni buon esito di un esercizio, esso si addestrerà facilmente. Lo stesso vale per elefanti tigri e delfini. Se li si nutre giornalmente con chili di bocconcini senza esercizi da svolgere, essi si comporteranno esattamente come gli italiani alla tv con la d'urso. Negli anni 60 la tv era molto più educativa di oggi, anche perché ra la RAI stessa a produrre i programmi, molti dei quali erano trasmessi in diretta. Morale: non è affatto vero che programmi scientifici di qualità non vengano seguiti. Non li segue solo chi è attirato da programmi spazzatura.

    75. diego pizzorno

      Banalità, con un pizzico d'inglese provincialotto che non guasta mai. A tratti De Luca: "leggetelo o' no iork taims...". Sembra un film di Sorrentino, non dico con chi...

    76. cecilia mendoza

      Hai tagliato il video nel minuto 15:25 quando ci mostrava un esempio di come gestire una azienda quando i prezzi cadono.. Stagnazione secolare.. .. Perché?????!!!!

    77. lettore di commenti

      Ci fidiamo, ci conosciamo da anni

    78. Massimo Simoncini

      questa si che è una bella lezione...ha 50 anni mi viene voglia di tornare a scuola

      1. Se Cerchiamo

        Udire bene ''La Società della Sorveglianza - GIANLUCA MAGI - Scrittore'' ithomes.info/net/pq17uN1yfYZ3fm0/video 31'41'' "tutto si "gioca" sulla consapevolezza dell'individuo che si rapporta con altri individui per aumentare in QUANTITA' E QUALITA' il livello di consapevolezza".. (Oggi210405165...)

      2. Mamme che ingoiano fans club

        @Cristina D. In ginocchio.... Li guardiamo sottomesse.... E mandiamo giù tutto... Senza parlare....perché i figli sono sacri

      3. Massimo Simoncini

        @Cristina D. perchè no

      4. Cristina D.

        Ne hai bisogno.....a 50 .....

      5. Massimo Simoncini

        @Mamme che ingoiano fans club sono tutte vitamine e sali minerali....

    79. Angelo Busnelli

      Vorrei dissentire su un punto. La crisi che manifesta come causale sulla crescita della Cina è stata voluta dagli stessi. Americani nella fine della guerra in Vietnam. E' arrivato il momento che se nella storia delle due guerra mondiali non ne hanno combattuta una sul loro suolo ne dovranno fronteggiare una di proporzioni economiche inimmaginabili. Poi volevo chiedere al professore quale soluzione intravede visto che ad oggi i tagli dei tassi di interesse non li puoi più fare (visto che sono sotto zero) utilizzano la strategia del QE (stampa che ti passa) . Anche se gli enti centrali hanno le leve per tenere a bada l'inflazione prima o poi una Weimar arriva. L'economia finanziaria non è mai stata così sconnessa da quella reale come nell'ultimo ventennio. Il paventato e oramai discusso the big reset è alle porte.

    80. PROJECT 81

      Questo video è assolutamente più completo e comprensibile oggi nell’era coviddi

    81. Tony Boy

      L'ho imparata la lezione a memoria

    82. Tony Boy

      Io quando sto per anna a dormi metto play e mabbiocco

    83. Fatos Rexha

      2021,marzo..crisi bancaria di 20 anni che molto probabilmente spiega anche lati oscuri delle cadute delle torrI WTC il cuore finanziario mondiale dopo un fallimento senza precedenti in un confronto a tutti i campi con la Rep.Popolare Cinese..ben spiegato e ben percepito,tanto di capello a questo signore

    84. marco saba

      Tutte le crisi sono effetto di precise politiche bancarie volte ad espropriare la collettività di beni e risorse, con la complicità dei media e di un'accademia ammiccante.

    85. Fabio Sanfilippo

      Buongiorno prof., lezione interessante ed avrei tre domande: cosa potrebbe, secondo lei, aver innescato, a suo tempo, la reciproca mancanza di fiducia fra le banche stesse? Può, la situazione di debito in cui versiamo, essere positiva in quanto creiamo domanda (o possibile ricchezza per chi presta i soldi)? Il caso Trump (che in qualche modo con i dazi e altre manovre vecchio stampo) che ha comunque risollevato l'America ed il suo debito (almeno momentaneamente) può essere considerato, su lungo termine, una cosa positiva? Grazie ancora, buona domenica

    86. Giovanni

      Che dire? Un Professore con la P rigorosamente maiuscola. Ad anni di distanza è sempre un piacere sentirlo.

    87. Claudio Veronesi

      Mi era sfuggita questa perla, lezione magistrale alla portata di tutte le menti assetate di vera informazione.

    88. Riccardo Ingrosso

      Marx aveva previsto tutto già 150 anni fa nel terzo libro del capitale. Il mostro sta collassando su se stesso e ad essere schiacciati per primi saranno coloro che accendevano ceri votivi ai suoi piedi

    89. Giuseppe Cani

      Immenso grazie a questo professore. Due ore con lui preziosissime. Alto livello con linguaggio comprensibile a tutti.

    90. Massi Cheshire Cat Lateralus

      Da mettere in 2X per non subire un attacco di narcolessia

    91. Felice Prete

      Le mie due ore su IThomes meglio investite in vita mia fino ad ora. E il bello è che io che ho visto il filmato dopo oltre 5 anni dalla data della realizzazione non posso che constatarne l'attualità. Fatelo ad ascoltare a Draghi, visto che lui come uno dei più grandi banchieri centrali (definizione della Merkel) ha "affamato" un Popolo e distrutto uno Stato per far ripagare i debiti delle banche tedesche e francesi a uno Stato sovrano, strozzandole il bilancio è quindi tutti i servizi.

    92. Ammirate1

      Spettacolare, null'altro da aggiungere.

    93. Rutilio Namaziano

      Aspetta di vedere quella del 2020

    94. LASKA 05

      Grazie algoritmo di IThomes

    95. Chan

      ma se tutti i Paesi crescessero nella produzione, poi alla fine chi venderebbe cose a chi? e chi comprerebbe cose da chi? In altro modo: se tutti esportassero auto, moto, navi, trattori , mucche ecc ecc , chi comprerebbe da altri gli stessi prodotti che loro stesso esportano? Come se io, una volta che ho cotto i biscotti, li portassi dal mio vicino e lui in cambio desse dei biscotti a me. Visto che la produzione media generale tende a produrre cio' che mediamente serve a tutti gli umani. Noi tutti nel mondo abbiamo bisogno degli stessi prodotti o beni di consumo, quindi é chiaro che tutti producono +o- le stesse cose. ----------------------------------- La Cina esporta, gli USA esportano, EU esporta. Africa esporta, Sud America esporta, Asia esporta, tutti questi vogliono crescere, devono crescere... alla fine del gioco ci saranno montagne di auto prodotte, ma invendute? COSA???? Impossibile! Invece si! é proprio cosi! la capacitá produttiva dell'industria auto é pari al doppio di quanto il mercato riesce a Vendere/comprare. Il doppio! ---------------------------- Ed é proprio per questa ragione (anche per questa ragione) che le industrie auto hanno deciso di cambiare completamente prodotto, ovvero auto elettrica. Buttare fabbriche, mezzi di produzione, competenze ecc ecc nel bidone del riciclo e costruire nuove fabbriche e mezzi di produzione di tutto altro genere (o quasi). ------------------------ Quanto ci vorrá per saturare il mercato mondiale di auto elettriche? Una decina d'anni ! E poi? Butteranno le auto elettriche per inventarsi un altro sistema di propulsione. Ma il bello e' che nel frattempo ce la menano se non differenziano i rifiuti. Quando miliardi di tonnellate di acciaio stanno andando al macero per essere sostituite da altri miliardi di tonnellate di acciaio ( e cemento armato) in nuove fabbriche per nuovi modelli. --------------------- E tutto questo per cosa? Per alimentare una crescita che di per sé equivale al Giro dell'Oca. Ogni volta si torna al punto di partenza.

      1. Chan

        @Calamari in the net 1 sedia possiede una qualitá , ci si puo sedere. produci 1000 delle stesse sedie e avranno tutte le stessa qualitá giusto? ma? nota un particolare, si potranno sedere in 1000 persone! Ed ecco che la quantitá si trasforma in una qualitá , producendo mille sedie hai migliorato la qualitá di quel prodotto. Cosi anche la quantitá é una qualita'. ------------------------------- La qualitá é quantitá ? quando per produrre la sedia di prima consumerai 10 legno, 10 tempo e 10 energia. Aumentando la qualitá dovrai consumare 12 legno 12 tempo e 12 energia. Ed ecco apparire come la qualita' si trasforma in quantitá. ---------------- Ma i processi produttivi sono perfettamente riproducibili ovunque, non cambia nulla se costruisci una golf ha Roma piuttosto che in Cile. Poiché userai lo stesso identico processo produttivo. Prova ne sia che molte auto vengono assemblate con parti provenienti in differenti fabbriche sparse per il mondo. Un faro prodotto in India ed uno prodotto in Giappone, se viene ovviamente usato lo stesso progetto sará identico, cambierá solo la scritta Made in... ------------------ L' economia di scala non si regge sulle vecchie formule dell'artigiano che produce una sedia al giorno, ma su numero moltiplicati per migliaia, decine di migliaia, quando milioni. Con la produzione industriale sono cambiati tutti i parametri della produzione artigianale, questa copre numeri insignificanti oggi. Sono le grandi industrie che contano e fanno la differenza. --------------------

      2. Calamari in the net

        @Chan Non sono d'accordo: regole, qualità e quantità sono diverse. Solo un esempio, del totale dei microchip un due terzi sarà cinese, e questo significa che si crea quel know how industriale, quelle scuole e non (o meno) di design o di edilizia di lusso o turismo o artigianato, ecc.

      3. Chan

        @Calamari in the net cosa produce la Cina che non sia prodotto negli USA? E cosa produce la EU che non esiste negli USA? Le conoscenze tecniche sono merci che si comprano e si vendono. Se tu non sai produrre scarpe ti compri un produttore e lo fai lavorare. Esempio storico : Impero Ottomano non sapeva produrre armi da fuoco, chiese ad armaioli italiani di andare a insegnare a loro a produrle. Nel giro di pochi anni gli ottomani superarono i regni europei in quantita' e qualita'. La tecnologia si compra. --------------Cosi come si comprano le materie prime. Pensa che il Giappone é la terza potenza industriale al mondo e non possiede nessuna materia prima. --------------- La cultura di un popolo muta costantemente. Fino agli anni '80 in Cina erano praticamente di cultura contadina. Con 85% della popolazione dedita all'agricoltura. In 20 anni é diventata la fabbrica del mondo. ------------------ La gestione amministrativa si adegua ai processi di mercato, non determina nulla, ma viene determinata, obbligata ad agire in funzione del mercato. ------------------- La qualitá ha un prezzo, e la concorrenza mondiale ti batte o cerca sempre di batterti sul rapporto prezzo qualitá . Vedi lo Xiaomi e lo paragoni ad un Iphone? Funzionano uguale, ma Xiaomi costa un terzo. Se il mercato USA non avesse bloccato la vendita di cellulari cinesi, a quest'ora Apple sarebbe solo un ricordo sbiadito. ---------------- vale lo stesso per tutti gli altri prodotti, é solo il protezionismo che impedisce i fallimenti a catena. Impedire la vendita di determinati prodotti protegge il proprio mercato dalla concorrenza. La qualitá non e'esclusiva di tizio o caio, tutti possono produrre merci di qualitá , ma dipende dal mercato a cui si rivolgono. ESEMPIO? un giornalista italiano chiese al ministro del commercio cinese: < In Italia i prodotti cinesi sono considerati scadenti> risponde il ministro: < noi produciamo quello che ci viene richiesto, se in Italia comprano roba scadente significa che é una loro scelta. Se vogliono quella buona la devono pagare di piu. Se guardate i nostri prodotti, per esempio Iphone, siamo in grado di produrre i migliori, ma costano> ---------------------------------- Il problema del fattore crescita: E' impossibile limitare la crescita, governarla. E alla base esiste un fattore oggettivo irrinuciabile. Quando si investe in macchinari e mezzi di produzione, l'investimento va protetto dalla sua naturale decadenza. Un macchinario ha una vita limitata, e l'unico modo per sostituirlo é avere accantonato dei soldi. ---------------------- Cosi il profitto diventa una necessitá imprescindibile. ---------------------- L'aumento della produzione é necessario anch'esso. La concorrenza obbliga a produrre di piu per vincere sui prezzi. Qualitá e quantitá sono la stessa cosa. La quantitá é una qualitá di un prodotto. La Qualitá é quantitá . Il rapporto é sempre dialettico. ----------------------- In Europa non ci sará piu nessuna ripresa, nemmeno negli USA Ma quando non c'é ripresa, c'é arretramento. Esempio: in una gara in bici il ciclista davanti corre a 50 km/h, quello ultimo partito in ritardo corre a 51 km/h, é solo questione di tempo, prima o poi ti supera. E il mondo é pieno di industrie che corrono a tutta velocitá. se tu non acceleri , prima o poi ti prenderanno e tu sarai costretto a chiudere. ----------------------------- Sono queste le faccende che dovrebbero insegnare all'Universitá . Spiegare che il sistema economico mondiale é destinato a crisi immense. E che quelle crisi costeranno misera, fame, guerre. ---------------------------- L' analisi della storia ci permette di comprendere che le crisi e le guerre sono inevitabili. E se si osserva l'andamento delle spese militari del mondo, si capisce che anche altri sono arrivati alle stesse conclusioni. Con un aumento del 4% della spesa militare mondiale, si arriva ad una sola conclusione: si compra un trapano per fare dei buchi, si compra un missile per tirarlo sulla testa di qualcuno. Solo che di missili ne comprano milioni ogni anno..... -------------------------------- I docenti universitari sanno benissimo come andrá a finire. E hanno il dovere di preparare i giovani al vero futuro che spetta a loro. Mentire ed illuderli é anche peggio.

      4. Calamari in the net

        @Chan Ma non con lo stesso paese (e annessa gestione amministrativa) e le stesse conoscenze tecniche (e culturali)e risorse naturali! Per il resto io vedo la riduzione come un problema non così immediato: per singolo paese ci sono parecchie cose che non produciamo, dipendenti dall'export con tutte le sue variabili, anche geopolitiche o di imprevisto. E se poi invece di puntare alla quantità si puntasse alla qualità? Meno consumo di materiali e comunque ci sarebbe da fare (e da formare e impiegare). Sicuramente sarebbe tutto meno semplice e meno facile da vendere in massa, ci sarebbe meno margine di guadagno sul pezzo. Ma il profitto non è già accentrato, in calo e basato su sovrapprezzi spesso opinabili? Se dobbiamo pensare in grande, e non ci attendiamo nessun altro periodo di vacche grasse e bilanci gonfi (ma basati su dinamiche effimere) almeno usiamo meglio quello che abbiamo. La persona comune e l'economia concreta avrebbero, alla lunga, da guadagnarci. La crescita esponenziale alla anni '70 non è più cosa: ci sono molti altri modi di crescere senza ridurci alla somma zero

      5. Chan

        @Calamari in the net visto che nel mondo siamo la stessa specie con gli stessi bisogni é chiaro che la produzione tende a produrre le stesse merci. esempio é l'abbigliamento. Quando le fabbriche erano in Regno Unito, poi la concorrenza le ha costretta a chiudere e Francia ed Italia erano diventate leader mondiali. Poi la concorrenza dei Paesi dell' Est , ancora successivamente in Asia e Nord Africa. Nel frattempo i "vecchi produttori " hanno spostato le fabbriche in altri posti. Vale lo stesso per industria del bianco (elettrodomestici) per automobili. Vedi la cintura della ruggine del Nord America? Era il primo sito al mondo per produzione di auto, adesso é una enorme discarica di fabbriche abbandonate. ----------------------- Eppure nel frattempo la produzione é aumentata di tanto. ------------------------- Asia produce di tutto e di piu. Europa produce di tutto e di piu, le Americhe producono di tutto e di piu. Pensa che in Patagonia hanno realizzato una fabbrica di televisori,. in Patagonia! ----------------------- Adesso é il momento dell'India? Probabilmente con tutti i suoi freni e ritardi storici l'India é destinata a diventare un altra Cina. Quando giá ora la Cina produce quel che serve al mondo intero e non ha nemmeno espresso tutto il suo potenziale. Ha ancora una riserva di manodopera di 350 milioni di contadini da spostare nelle fabbriche. MA? Occhi all'Africa! con gli attuali ritmi di crescita di produzione e di popolazione é destinata anch'essa a diventare potenza mondiale. Africa fra vent'anni, un miliardo e mezzo di abitanti e una produzione pari a quella dell'EU. (oggi cresce a ritmi del 5% l'anno ed é produzione in crescita costante). Cosi, la somma della produzione cinese, piu quella del resto dell'Asia (Giappone in primis) piu quella dell'India, delle Americhe, dell'Africa e della EU, totale = al 500% in piu di quanto il mercato mondiale riesce ad assorbire. In sostanza nel 2040 (stando all'attuale crescita mondiale) ogni 5 sedie prodotte, 4 rimarranno invendute. Ogni 5 auto, 4 rimarranno invendute. Chi vendera' di piu? Quelli che potranno vendere a costi competitivi! (segui il resto!) --------------------------- Ma per essere competitivi occorre mantenere i costi bassi! Questa é un regola ovvia. occhio al resto: una delle leve per abbassare i costi di produzione é contenere i salari, la paghe dei lavoratori. Anche questa é una ovvietá (Cina docet, ma anche Italia non scherza in quanto a salari bassi). ------------------ adesso viene il bello : all'aumento delle merci inviate sul mercato, corrisponde un costante calo del potere d'acquisto del consumatore, ovvero di quei salariati a cui vengono tagliati gli stipendi. --------------------- Cosi tutta quella merce rimarrá invenduta e senza soluzione. ----------------------- Come lo stanno risolvendo? continuando a cambiare regole di mercato, inventandosi problemi che non esistono o sono comunque inferiori a quanto viene propagandato. Mi riferisco al Global warming. Sappiamo benissimo che il clima sul pianeta é sempre mutato, anche quando l'umano non esisteva. Sappiamo benissimo che l'attivitá antropica incide in misura di frazioni sul clima. E che anche si sospendesse tutta la attivitá umana, il clima se sta cambiando, nessuno lo potrebbe fermare. -------------- MA? Approfittando di questo mutamento si agganciano per dare nuova linfa ad un mercato morente, quello dell'auto! -------------- Sappiamo per certo che il potenziale produttivo attuale di auto é pari al doppio di quanto il mercato richiede. il doppio! ------------------------ Dovevano cercare una soluzione! Evviva! gettiamo via le industrie e le auto a scoppio e costruiamo nuove fabbriche e nuove auto! ------------------------- Un mondo piu pulito? BALLE! La produzione elettrica aumenterá per forza del 50% per alimentare le batterie. ------------------- E quindi l'inquinamento caso mai lo sposti soltanto . Inoltre verranno costruite batterie a montagne, ma non solo! L'auto elettrica é cosi facile da costruire che nel giro di pochi anni ritornerá lo stesso problema> la sovrapproduzione mondiale. ------------------ Oggi si produce il 250% del fabbisogno mondiale di prodotti agricoli. il surplus viene regolarmente distrutto. E questa sarebbe l'economia sostenibile? ------------------- ma tu vai a chiedere ad un agricoltore di abbassare la produzione, vedrai cosa ti risponde; < abbassa la tua! io non posso, ho costi di gestione da coprire, mutui, tasse, macchinari, se la abbasso fallisco. Preferisco che fallisca tu> ti risponderá ... ovviamente.

    96. GALYNA YARUSHEVSKA

      Этот профессор от бога, спасибо большое.

    97. Mirko Miscione

      Alle 3 di notte per finire di ascoltarlo. Quando le orecchie ti tengono sveglio fino a tardi. Chapeau

      1. Capire Capire

        Il tempo è vita. E’ la vita di ogni essere umano .. che sottomesso dalla confusione e dal nichilismo diviene schiavizzato e così ridotto in ‘vitaApparente’. L’essere umano ha delle potenzialità che consentono di far vivere le cose più splendide, a condizione che il suo “”LiberoArbitrio”” non venga soppresso (più che oppresso) da incontenibili condizionamenti. E questi, ahinoi, affliggono intimamente moltitudini di persone, ovunque. Uno dei fattori che costringono a questo patimento è proprio la sottrazione del tempo. Una settimana ha 168 ore ed è indispensabile che 42 di queste, almeno 42, siano riservate .. Perché se vengono meno queste 42 ore rispetto alle 168, l’essere umano non è più proporzionalmente in grado di far vivere l'integralità di tutti i suoi ''talenti''. Pertanto è indispensabile avere la possibilità di decidere in piena autonomia come viverle e che farne. E per arrivare a questo è necessario che venga, in media, dedicata una prima ora al giorno, 6-7 ore la settimana, che sono 4 ore su cento, per ascoltare e rispondere alle domande dell’io che è in noi. E’ sufficiente questo minimo per l'accedere e poter giungere - con gli anni - sino al ''massimo'' delle proprie facoltà.

      2. Se Cerchiamo

        Udire bene ''La Società della Sorveglianza - GIANLUCA MAGI - Scrittore'' ithomes.info/net/pq17uN1yfYZ3fm0/video 31'41'' "tutto si "gioca" sulla consapevolezza dell'individuo che si rapporta con altri individui per aumentare in QUANTITA' E QUALITA' il livello di consapevolezza".. (Oggi210405163...)

      3. Pinco pallino

        alle 3 di notte in sostituzione della camomilla

    98. Davide Davi

      TOP!

    99. Marco Manna84

      Ditemi la motivazione per la quale sto vedendo ció di notte con i piedi sul tavolo mentre mangio salame e bevo red bull

    100. Arjuna Valli

      Ma questo professore è geniale